L’Operosa ha compiuto un ulteriore passo avanti sul percorso della certificazione ambientale: ad aprile 2020 ha infatti ottenuto la registrazione EMAS (Eco-Management and Audit Scheme).

Per ottenere la registrazione, L’Operosa ha soddisfatto tutti i requisiti richiesti, attraverso la definizione di una politica ambientale, la redazione di un programma ambientale contenente le misure per raggiungere i target fissati, l’elaborazione di un sistema di gestione ambientale (SGA) e la diffusione di una Dichiarazione Ambientale validata da un verificatore accreditato.

La scelta di registrare e rendere pubblica la Dichiarazione Ambientale è un segnale di trasparenza con il quale L’Operosa mette a disposizione degli stakeholder le informazioni relative alle proprie prestazioni ambientali.

Con la certificazione EMAS si garantisce dunque l’esistenza e il funzionamento di un sistema di gestione aziendale finalizzato alla riduzione degli impatti ambientali nell’ottica del miglioramento continuo. Attraverso l’attendibilità di questo strumento, creato dalla Comunità europea e certificato da enti terzi, il Gruppo punta così a migliorare la propria performance ambientale e a comunicarne i risultati ai propri interlocutori.

Gli ambiti in cui L’Operosa ha ottenuto la registrazione EMAS sono: attività di pulizia, attività di sistemazione del paesaggio, raccolta di rifiuti, magazzinaggio e custodia, attività di supporto ai trasporti.

L’Operosa, dopo aver avviato la fase di analisi aziendale con il supporto della società di consulenza Punto 3, si è sottoposta alla verifica condotta dall’ente di certificazione Det Norske Veritas Italia, ottenendo infine la registrazione all’EMAS da parte di ISPRA.

Grazie alla registrazione EMAS, L’Operosa conferma il suo impegno verso la qualità ambientale e garantisce al pubblico e ai clienti l’affidabilità delle informazioni relative alle sue prestazioni in questo ambito.